L’ULTIMO REGALO DELLA GIUNTA VICENZI – NASUTI: TASSE! TASSE! TASSE!

23 maggio 2014 by

Settimana scorsa si è svolto il Consiglio Comunale di fine legislatura. Quello che di solito è un Consiglio Comunale di congedo dell’amministrazione in carica si è trasformato in un salasso per le tasche degli Albissolesi. Non è stato fatto alcun sforzo per allentare la pressione fiscale che ha raggiunto valori veramente troppo alti.

Infatti sono state approvate le tariffe TASI (legata ai servizi comunali di cui ogni Cittadino usufrusice), TARI (sostituisce la vecchia tassa sulla spazzatura) ed IMU. Tutte queste tasse vengono comprese in una unica, la IUC.

Il nostro Gruppo ha votato contro le tariffe proposte in quanto le abbiamo considerate troppo gravose e penalizzanti per gli Albissolesi. Ad aggravare la situazione il fatto che le detrazioni sono legate alle rendite catastali degli immobili che, per quanto riguarda Albissola Marina, sono fra le più alte della provincia.

Per la TASI gli scaglioni sono i seguenti:

–         detrazione totale per rendita catastale fino € 300,00 (quante abitazioni hanno una rendita così bassa?)

–         detrazione di € 50,00 per rendita catastale fra € 301,00 e € 450,00

–         detrazione di € 0,00 per rendita catastale superiore a € 451,00

Mentre la detrazione di € 50,00 a figlio (fino ai 26 anni) vale solo per le rendite catastali fino a € 650,00 oltre tale cifra scende a € 30,00.

Oltretutto né l’assessore alle finanze né tanto meno il vice sindaco Nasuti hanno saputo fornire uno fotografia (almeno a grandi linee) di come sia suddiviso in percentuale patrimonio immobiliare in base alle rendite catastali. E’ nostra convinzione che saranno molto pochi, per esempio, ad usufruire dell’esenzione totale. Con il paradosso che anziani che vivono in case di ampia metratura (e rendita catastale alta) perché prima ci vivevano con i figli si troveranno a pagare cifre elevate benché vivano solo con la pensione.

Come se non bastasse l’aliquota IRPEF è stata lasciata invariata al massimo, nonostante il periodo di crisi che stiamo vivendo.

L’assenza del sindaco in Consiglio Comunale ha fatto sì che sia stato il vice sindaco ed attuale candidato sindaco a proporre e far approvare quest’ultimo salasso di tasse per gli Albissolesi.

 Il Gruppo Consigliare

                                                                                                                                               di

                                                                                                                                      ViviAlbissola

 

P.s.: per la prima volta da 13 anni a questa parte Silvestro non ha votato contrario alle pratiche di cui sopra. L’effetto dell’accordo per cui sarà vice sindaco in caso di vittoria di Nasuti ha già sortito i primi effetti ancor prima della fine della legislatura…

 

 

Albissola Marina, 22/05/2014.

LE BUGIE E LE VERITA’ NASCOSTE DI NASUTI

14 maggio 2014 by

Abbiamo letto con attenzione il programma elettorale del vice sindaco Nasuti e siamo rimasti sbigottiti di come abbia travisato la realtà per meri interessi elettorali. Se già si composta così ora, cosa si dovranno aspettare gli Albissolesi nella malaugurata ipotesi dovesse diventare sindaco?

Dal programma del vice sindaco Nasuti:

“…al momento dell’insediamento l’amministrazione Parodi aveva lasciato 1 milione di euro di fatture arretrate da pagare. Oggi paghiamo a 30 – 60 giorni e non vi sono passività arretrate…”.

Si insinua che l’amministrazione Parodi abbia lasciato un buco nel bilancio comunale di 1 milione di euro ma la verità è un’altra. La normativa legata al Patto di Stabilità in vigore all’epoca sostanzialmente impediva il pagamento immediato delle fatture ai fornitori. Chiunque abbia fatto attività amministrativa sa perfettamente che non si possono spendere soldi pubblici se non è certificata e coperta dalle entrate la spesa prevista. Oggi il Governo nazionale ha modificato la normativa per consentire, giustamente, termini più brevi per il pagamento delle fatture ai fornitori. Se effettivamente avessimo lasciato un buco di 1 milione di euro i revisori dei conti dell’epoca non avrebbero, evidentemente, potuto certificare il bilancio (un obbligo di legge) come invece fecero. Queste cose le dovrebbe ben sapere uno dei tre revisori di allora che oggi è candidato proprio con Nasuti e constatò il corretto operato dell’amministrazione Parodi. Altra inconfutabile prova che l’amministrazione di Vivi Albissola non ha lasciato alcun ammanco è che, qualora il vice sindaco Nasuti avesse trovato realmente degli ammanchi, avrebbe dovuto denunziare il fatto alla Corte dei Conti, pena la corresponsabilità.

Dal programma del vice sindaco Nasuti:

“… E’ stato compiuto uno straordinario lavoro di risanamento dei conti pubblici riducendo l’indebitamento di quasi 3 milioni di euro ed estinguendo mutui per più di 2 milioni di euro..”

Fummo noi di ViviAlbissola a suggerire a Vicenzi di estinguere i mutui contratti dal Comune: era l’unico modo perché lo Stato centrale non si appropriasse, limitando la capacità di spesa del Comune, dell’enorme avanzo di amministrazione che una cattiva amministrazione lasciava alla fine di ogni anno (centinaia e centinaia di migliaia di euro). L’avanzo di amministrazione è la testimonianza dell’incapacità (mancanza di progetti, di professionalità, di idee di crescita e sviluppo) di investire nel paese i soldi che il Comune introita e per il 2013 ammonta a circa 1 milione 250mila euro. Al fine di evitare che lo Stato si accaparri i soldi che il Comune non spende (e che, pertanto, secondo lo Stato non servono) la soluzione più intelligente è estinguere eventuali mutui. I revisori dei conti hanno sempre certificato i bilanci anche in presenza di nuovi mutui che oltre tutto sono sempre serviti per lavori importanti. Sicuramente il tandem Vicenzi – Nasuti non ha avuto bisogno di nuovi mutui: in 5 anni non ha fatto nulla eccetto quanto lasciato in eredità dall’amministrazione Parodi (via S.Grosso, molo di S.Antonio, Asilo Nido, Casa Jorn, v.le della Rimembranza). In tutta onestà una cosa l’hanno fatta: sono intervenuti sull’illuminazione pubblica ed il risultato è sotto gli occhi di tutti. Non accendere mutui, oltra a non permettere la risoluzione di situazione critiche per il paese, significa penalizzare fortemente nel medio – lungo periodo la capacità di spesa dell’Ente.

Dal programma del vice sindaco Nasuti:

“…E’ inutile ricordare la disastrosa situazione edilizia sulle aree ex Arcos lasciata dall’amministrazione Parodi, che aveva consentito alla Società Immobiliare di realizzare quasi totalmente l’intervento privato senza provvedere all’esecuzione delle urbanizzazioni a favore dei Comune per più di 2 milioni di euro. E’stata ottenuta la realizzazione dei giardino pubblico…”

Rifacimento di via delle Industrie (fognature ed impianti), dell’illuminazione, dei marciapiedi (prima inesistenti), della sede stradale: questo è quanto è stato realizzato come oneri di urbanizzazione durante amministrazione Parodi. Inoltre è stata realizzata ed offerta a prezzi agevolati agli Albissolesi la palazzina di edilizia convenzionata, è stato iniziato l’allargamento di via delle Rogazioni e riqualificata l’area dove era presente il deposito auto. Li consideriamo lavori importanti che hanno migliorato la qualità delle vita di un intero quartiere. Per quanto riguarda il giardino pubblico durante la sua inaugurazione il sindaco Vicenzi ringraziò pubblicamente Parodi per quest’opera attribuendogli tutti i meriti. Piuttosto, rivolgiamo a Nasuti una domanda: tu cosa hai fatto in 5 anni? Rispondiamo noi per te, una cosa sola: hai realizzato una variante che ha eliminato l’albergo dalla riqualificazione dell’ex Arcos mentre l’amministrazione Parodi non concesse mai al costruttore cambi di destinazione d’uso. E chiediamo ancora a Nasuti come mai non sia stata ancora realizzata la palestra, ultimo onere dovuto al Comune, visto che proprio Nasuti ha tenuto in questi 5 anni i rapporti con l’impresa che, a tutt’oggi, non risulta fallita. L’amministrazione Parodi si era cautelata da un’ eventualità del genere richiedendo ed ottenendo dall’impresa un’adeguata fidejussione bancaria a copertura di eventuali oneri non corrisposti al Comune, ma questo Nasuti lo sa? E ricordati, caro smemorato Nasuti, che in Consiglio Comunale hai affermato che al Ministero ti avevano fatto i complimenti in quanto il PRU (Piano Riqualificazione Urbana) dell’ex Arcos era uno di quelli più avanti nella realizzazione di tutta Italia. E di chi era il merito se non dell’amministrazione Parodi?

Dal programma del vice sindaco Nasuti:

“… rifacimento pavimentazione e sottoservizi di via Repetto…”

Purtroppo questo progetto, inserito fra quelli più urgenti dall’amministrazione Parodi e rimosso da quella Vicenzi (vice sindaco Nasuti), non compare nel programma triennale delle opere pubbliche 2014 – 2016 presentato nel Consiglio Comunale del 14 maggio. Un’altra falsa promessa elettorale.

Dal programma del vice sindaco Nasuti:

“…limitando la circolazione sull’Aurelia, potremmo immaginare di pedonalizzarla restituendo il borgo al mare…”

Una bella idea di cui Nasuti non può promettere la realizzazione: sull’Aurelia il Comune non ha nessuna competenza che è in capo all’Anas.

Leggendo il programma di Nasuti ci ha fatto piacere constatare che i progetti più importanti che propone per Albissola (a partire dal così detto raddrizzamento di via delle industrie) sono eredità lasciate dall’amministrazione Parodi, ma su questo Nasuti ha avuto “stranamente” un’amnesia.

Ma un’altra amnesia colpisce l’attuale vice sindaco ed assessore all’urbanistica, cultura e turismo. Nasuti omette (o forse se ne vergogna) che in caso di vittoria nominerà vice sindaco il suo più fiero oppositore, Silvestro, a suggellare un’alleanza elettorale che ha l’unico scopo di garantirsi una poltrona per 5 anni.

Il Gruppo Consigliare

di ViVi Albissola

(Gradella, Lenzi, Parodi)

Albissola Marina, 14 Maggio 2014.

Consiglio Comunale

7 maggio 2014 by

Il Consiglio Comunale del 9 maggio è stato rinviato al 17 maggio, stessa sede e stesso orario.

Consiglio Comunale

6 maggio 2014 by

Il Consiglio Comunale è convocato per il giorno 09/05/2014 ore 21,00 presso la Sala Parrocchiale Don Murialdo via S.Grosso 59 – in 1^ convocazione in sessione ORDINARIA  ed in seduta pubblica. L’ordine del giorno è consultabile nella pagina Consigli Comunali.

Il programma di ViviAMO insieme Albissola Marina che appoggiamo e di cui facciamo parte

30 aprile 2014 by

Programma

23 aprile 2014 by

Logo

Dopo 15 anni ViViAlbissola ha deciso di non presentarsi alle prossime elezioni comunali, ma non per questo abbandona la scena politico – amministrativa di Albissola.

In 10 anni di governo  abbiamo realizzato moltissime cose e lasciato in eredità all’attuale Amministrazione idee e progetti (alcuni già finanziati).

Con grande rammarico e malgrado il costante impegno, che ci ha visto protagonisti di una dura ma sempre costruttiva opposizione consiliare (non siamo mai stati ascoltati), oggi non possiamo far altro che costatare e denunciare il fallimento di 5 anni di amministrazione Vicenzi-Nasuti.

Albissola è peggiorata in tutto (pulizia, tessuto produttivo, vivibilità, sicurezza, valore immobiliare, ricchezza individuale, capacità attrattiva) mentre al contempo è cresciuta solo l’imposizione fiscale.

Una Giunta timida che non ha saputo difendere il nostro territorio e la sua capacità di sviluppo (abbiamo perso l’opportunità di veder realizzato il porto turistico, non abbiamo inciso sulle scelte di Anas in merito all’ aurelia bis ecc.).

Quello che ha fatto più male è stata l’incapacità di progettazione e di spesa che avrà sicure ripercussioni nei prossimi anni e la paura di prendere decisioni importanti (modifica della raccolta rifiuti, mancata incentivazione fiscale a commercianti ed imprese).

Abbiamo perso un “mare” di tempo (il parcheggio dietro via dei ceramisti finora ha creato solo disagi, casa Jorn non è stata ancora valorizzata, la fornace Alba Docilia è tuttora inutilizzata, il polo scolastico e la palestra di grana sono ancora solo sulla carta).

Per cambiare questa situazione d’inerzia e di declino, per dare impulso alla crescita del nostro amato paese, per dare una concreta speranza ai nostri giovani, ci siamo fatti promotori di un progetto di rinnovamento, in una visione di paese che metta al centro proprio gli Albissolesi, i loro bisogni, le loro aspettative di crescita umana ed economica.

E’ nato così un nuovo gruppo che coinvolge volti e forze nuove provenienti dalle diverse anime della società civile albissolese che ha dato vita alla lista civica:

              ViviAMO insieme ALBISSOLA MARINA

Viviana Pedrazzini Sindaco

Una vera lista civica, l’unica in cui non si sconteranno logiche di partito ed in cui il candidato Sindaco non è un professionista della politica ma un semplice Cittadino con a cuore esclusivamente il bene di Albissola Marina.

Una donna capace che con umiltà chiede il consenso sulla base di un programma concreto, una donna forte (come tutte le donne) abituata a FARE e non semplicemente a promettere.

Abbiamo poi analizzato attentamente i programmi delle altre liste e, al di la dei buoni propositi e delle belle parole, delle vesti grafiche o delle trovate pubblicitarie abbiamo spesso trovato proposte molto generiche ed in alcuni casi difficilmente realizzabili.

C’è chi vuol tornare a far cassa con gli oneri di urbanizzazione come se ad Albissola non ci fosse già abbastanza cemento, e chi ripromette le stesse cose che ha dimostrato di non saper fare per 5 anni, arrivando di fatto a rinnegare le persone che lo avevano sostenuto e da cui aveva ricevuto incarichi di primaria importanza (vice sindaco, assessore all’urbanistica, alla cultura ed al turismo).

In entrambi  i candidati c’è la presunzione e l’arroganza, un vecchio modo di fare politica prendendo ordini dal partito, invocando in campagna elettorale la partecipazione popolare per poi chiudere (anche fisicamente) gli Albissolesi fuori dalla casa comunale o imbarcando chi come SILVESTRO ha orgogliosamente fatto opposizione fino a ieri ed oggi vende (la sua anima ed il tuo voto) per una misera poltrona da Assessore.

ViviAMO insieme Albissola Marina non sarà mai così ma sarà sempre disponibile al dialogo e pronta ad affrontare le sfide di un futuro che dovrà restituirci l’orgoglio di essere ALBISSOLESI.

Il 25 maggio 2014 puoi anche  TU essere artefice del cambiamento votando

 ViviAmo Insieme ALBISSOLA MARINA

Viviana Pedrazzini Sindaco

Vivi Albissola sarà rappresentata in lista da

LAURA FORZANO e FABIO LENZI

a cui Ti invitiamo a dare la preferenza

Albissola Marina, aprile 2014

AUGURI DI BUONA PASQUA

19 aprile 2014 by

Passeggiata degli Artisti: in 4 anni non è cambiato nulla

18 aprile 2014 by

14042014 passeggiata

31 marzo 2014 by
Oggetto: interrogazione 31/03/2014
10:06
Da: vivialbissola@libero.it (vivialbissola@libero.it)
A: <protocollo@comune.albissolamarina.sv.it>

C.a.

Sindaco Albissola Marina

Comandante Polizia Municipale

Responsabile Ufficio Tecnico

Ormai da diverso tempo le betoniere che operano nel cantiere di via dei Ceramisti sostano tutto il giorno ( a motore acceso ) sotto i palazzi della via stessa producendo un importante inquinamento acustico ed atmosferico. La situazione è diventata ormai insopportabile e credo sia necessario un intervento, da attuare nel più breve tempo possibile, che migliori la situazione.

La mia proposta è, salvaguardando l’operatività del cantiere, di far salire le betoniere da via Bruciati e di farle sostare, il minor tempo possibile in attesa del “loro turno di lavoro”, lungo la strada di nuova realizzazione che unisce via Bruciati con via dei Ceramisti.

Credo sia un intervento di facile realizzazione che porterà sicuramente dei benefici agli abitanti della zona dei Ceramisti senza pregiudicare l’operatività del cantiere.

Cordiali saluti.

Cons. Fabio Lenzi.

13 febbraio 2014 by
Oggetto: interrogazione urgente
Da: vivialbissola@libero.it
A: <protocollo@comune.albissolamarina.sv.it>
Data: 29/01/2014 08:49

 

C.a Sindaco.

Visti i lavori che interessano i locali comunali di via dell’Oratorio, con la presente richiedo:

– l’elenco dei nominativi degli operatori abilitati alla custodia di opere d’arte a cui sono state affidate in consegna le opere comunali normalmente ricoverate negli spazi di cui sopra

– l’elenco delle opere affidate in custodia (suddivise per operatore nel caso in cui le stesse siano state affidate a più operatori specializzati)

Qualora, invece, le opere siano state ricoverate in locali comunali, si richiede l’elenco degli stessi completo di quello delle opere in essi custodite

Cordiali saluti,

Cons. Fabio Lenzi.


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.